Convergence 2017: un futuro a misura di dipendente
DEMO
Contattaci

Convergence 2017: un futuro a misura di dipendente

Company

Convergence 2017: un futuro a misura di dipendente

July 11, 2017 Franco Gementi

Per aprire la quindicesima conferenza annuale di Convergence, il CEO di Cornerstone OnDemand Adam Miller ha chiamato in causa il suo account Netflix. Inizialmente le sue suggestioni sembravano un esempio di machine learning andato male: Sons of Anarchy accanto alla serie TV per ragazzi Liv and Maddie?  

In realtà, come Miller ha poi spiegato, si trattava di un perfetto esempio di come i media moderni siano oggi sempre più personalizzati al fine di soddisfare al meglio le tante, diverse combinazioni di esigenze dei propri consumatori (in questo caso di genitori con tre figli piccoli) e di come, allo stesso modo, anche i moderni metodi di formazione possano essere personalizzati in base alle necessità del singolo dipendente.

Le nuove funzioni della nostra suite di formazione, annunciate proprio durante Convergence 2017 lo scorso giugno, trasformano questa possibilità in realtà, grazie a una rinnovata interfaccia utente personalizzata ispirata al modello di Netflix e a una playlist di contenuti selezionati integrata simile a quella di Spotify. Tuttavia, non siamo gli unici a investire nella creazione di esperienze sempre più su misura. Anche i nostri clienti, i partner e gli analisti discutono di come le organizzazioni più innovative stiano investendo in tecnologie e strumenti taylor-made.

Ma quali sono le idee emerse, condivise e discusse durante Convergence? Ecco alcuni spunti qui di seguito!

1. Coinvolgere le persone nella “creazione” dei big data

Per personalizzare l’esperienza dei dipendenti, le aziende dovrebbero coinvolgerli maggiormente nei processi. I dati determinano la capacità dell’organizzazione di offrire alle persone i contenuti loro necessari, pertanto perché non chiedere alle persone di collaborare alla creazione di tali dati utilizzando i tool che vengono messi a loro disposizione?

2. Formazione personalizzata

Nel momento in cui le organizzazioni passano dal concetto di “training” a quello di “learning” anche il tipo di contenuti offerti ai dipendenti deve cambiare. Oggi il lavoro non è più fatto di ruoli rigidamente definiti e di catene di montaggio. Anzi, la maggior parte delle organizzazioni ha adottato un modello basato su team agili e flessibili con diversi livelli di esperienza al proprio interno e in grado di coprire un vasto spettro di conoscenze. La formazione deve, quindi, essere garantita su base individuale piuttosto che per tipo di lavoro o per area – come avviene ora nella maggior parte dei casi.

3. Il dipendente al centro: l’employee experience

Durante il momento dedicato agli analisti, Mollie Lombardi, cofondatrice e CEO di Aptitude Research Partners, ha sottolineato quanto sia importante rafforzare le relazioni tra dipendenti e datore di lavoro attraverso la cosiddetta employee experience. L’engagement non è più sufficiente, le organizzazioni devono pensare anche all’esperienza e a come rendere disponibili le informazioni in un modo che sia coerente con il percorso personale di ciascun dipendente.

Se vuoi scoprire tutte le idee innovative condivise nel corso di Convergence 2017 cerca su Twitter le conversazioni contrassegnate dall’hashtag  #CSODConf17!

Comments

Want to hear more?

Our RSS Feeds

Cornerstone Blog Feed

Learn how our Integrated Talent Management Solutions can help you face tough challenges.
Check out our products

Tags

Archives