Smart working: a che punto siamo in Italia?
DEMO
Contattaci

Smart working: a che punto siamo in Italia?

Technology

Smart working: a che punto siamo in Italia?

May 09, 2016 Franco Gementi

Il lavoro agile sta per diventare legge anche nel nostro Paese. Secondo i dati dell’Osservatorio Smart Working del Politecnico di Milano, quasi il 50% delle grandi aziende in Italia lo sta già sperimentando.

Ma di cosa parliamo esattamente quando parliamo di smart working? Al datore di lavoro non interessa più quante ore i dipendenti passino in azienda ma i risultati che questi ultimi raggiungono. I cambiamenti che porta con sé questa nuova modalità di prestazione lavorativa sono diversi, di tipo culturale ma anche e soprattutto di tipo pratico.

Uno studio IDC commissionato da Cornerstone OnDemand sull’employee engagement vede l’Italia posizionata piuttosto in basso rispetto agli altri paesi europei. Molti rispondenti hanno segnalato alcuni fattori che contribuiscono al benessere lavorativo: la possibilità di attività ricreative sul posto di lavoro (67%), sistemi IT accessibili attraverso nuovi device (69%) e postazioni di lavoro flessibili (58%). Però, su diversi parametri del lavoro flessibile, come la disponibilità di formazione sui servizi IT (73%), gli open-space (66%), la possibilità di mobilità interna (86%) e gli orari flessibili (76%), le organizzazioni italiane esprimono valutazioni in qualche modo inferiori rispetto agli altri paesi in Europa. I risultati mostrano che mentre le imprese italiane hanno lavorato bene nell’adozione delle nuove tecnologie, come ad esempio i dispositivi touch, ancora molta strada deve essere fatta per progredire oltre le barriere organizzative e culturali che si oppongono al lavoro flessibile.

La difficoltà maggiore che si incontra nelle aziende è la componente tecnologica. Al di là del disegno di legge in discussione alle Camere, Barilla, Vodafone, Telecom stanno facendo cose interessanti per favorire il lavoro agile; la tecnologia c’è ed è abilitante. Tuttavia, per affrontare l’argomento nel suo complesso, le aziende devono rivedere tutti i processi organizzativi. Lo smart working racchiude al suo interno attività diverse e per questo la tecnologia deve entrare nei processi organizzativi.

La gestione delle risorse umane non richiede adempimenti particolari ed è quella che ne ricava più benefici. Basti pensare all’ambito della formazione e della collaborazione social tramite intranet. Il capitale umano è aiutato dalla tecnologia, basta uno smartphone e un tablet. I dispositivi ci sono, ora bisogna usarli e dare la possibilità di collaborare.

Guardando nel dettagli i settori di mercato, negli ultimi quattro si è registrato un cambiamento nel Finance e nella PA. Da una situazione di reticenza ora corrono ad adeguarsi e si muovono velocemente. Anche le Telco e i manufacturing hanno abbracciato lo smart working

Che ne pensano i lavoratori?

Sebbene valutare le persone in base ai risultati e agli atteggiamenti rappresenti un’importante leva di motivazione e di engagement per i singoli e di sviluppo per l’intera organizzazione, è necessario un sistema di monitoraggio accettato e condiviso da tutti, ma anche un efficace sistema di incentivazione. 

Lo stesso studio IDC evidenzia come soltanto un parte limitata delle organizzazioni in Italia (23%) proceda con regolarità o continuità alle performance review (28% in Europa). Questo evidenzia un approccio relativamente tradizionale alla valutazione dei dipendenti e la necessità di rinnovare il processo di valutazione in modo tale che diventi più significativo per manager e dipendenti.

Alcune aziende stanno utilizzando con successo sistemi informatizzati di accesso ai dati che permettono di valutare in tempo reale l’andamento delle attività e gli scostamenti dai risultati attesi e che evidenziano e comunicano con immediatezza le correlazioni tra strategie, piani operativi e risultati effettivi, individuali e aziendali. In questo contesto, la tecnologia può dare un contributo importante al performance management e allo sviluppo di carriera.

Comments

Want to hear more?

Our RSS Feeds

Cornerstone Blog Feed

Learn how our Integrated Talent Management Solutions can help you face tough challenges.
Check out our products

Tags

Archives