Chi cerca lavoro usa lo smartphone, e voi?
DEMO
Contattaci

Chi cerca lavoro usa lo smartphone, e voi?

Talent Management

Chi cerca lavoro usa lo smartphone, e voi?

April 27, 2016 Alessandro Bolzani

Immaginate la reazione del vostro CEO nel momento in cui i responsabili marketing e vendite lo informano che oltre il 50% dei clienti hanno usato un dispositivo mobile per accedere a una recente promozione, ma che il 98,5% ha abbandonato la procedura di acquisto perché il processo era troppo complicato. Sono guai.

Bene, queste percentuali di successo (o di insuccesso, a seconda dei punti di vista) si verificano tutti i giorni in milioni di aziende quando si parla di recruiting. Nessuno sembra, però, preoccuparsene.  Ci sarebbero tutte le ragioni per migliorare le procedure di mobile recruiting ma per qualche strano motivo non ci si bada troppo. Perché?

Datori di lavoro e candidati su due universi paralleli

Nonostante la logica suggerisca diversamente, marketing e recruiting sono spesso trattate come due funzioni indipendenti. Anche quando HR e management concordano sulla necessità di dover fare qualcosa per attirare e portare a bordo lavoratori più qualificati, molti selezionatori continuano a vedere il mondo della ricerca attraverso gli occhi di un personal computer. All’opposto, i candidati che essi cercano effettuano buona parte delle loro ricerche di lavoro su dispositivi mobili.

Cerco di chiarire il mio punto di vista: visualizzare un’offerta di lavoro su un monitor da 27 pollici (o anche da 17, non è questo il punto) con davanti una tastiera e un mouse è ben diverso dal leggere e rispondere su uno schermo da 5 pollici.

Oggi, l’85% degli americani tra i 18 e i 29 anni possiede uno smartphone. Lo stesso vale per il 78% dei diplomati al college.  Mettetevi nei panni di chi sta cercando lavoro. Come appare il vostro annuncio sul suo smartphone? Ora capite perché solo il 2% di chi lo visualizza risponde all’annuncio..

E’ ora di ottimizzare per il mobile

Se le aziende vogliono attrarre i giovani talenti è fondamentale che la sezione del sito dedicata alla ricerca di personale sia ottimizzata per il mobile.

Partiamo dall’inizio del processo di ricerca e candidatura. Leggere di un’opportunità d’impiego è un po’ come leggere l’ultima di copertina di un libro. La descrizione del lavoro è pensata e scritta per spingere il candidato ad approfondire. Ma cosa succede quando il candidato clicca su “presenta la tua candidatura”?

Non ci vuole troppa abilità per picchiettare con due dita sulla tastiera di un desktop per riempire un modulo con decine di campi e per caricare un curriculum. Ma cosa se ne fa un candidato di un form scaricabile quando sta usando uno smartphone? Chiedere a un candidato di riempire di informazioni un modulo che non è ottimizzato per il mobile non è una buona idea. Anche per dei Millennials abituati a messaggiare a velocità supersoniche, la compilazione della maggior parte di questi moduli appare un’impresa improba.

I candidati vogliono sistemi semplici e veloci. Se un candidato non può iniziare a compilare la domanda su un dispositivo mobile, probabilmente è perso per sempre.

Come deve essere un sito mobile per la ricerca di personale

Per ottimizzare per il mobile il processo di presentazione delle domande, considerate prima di tutto la lunghezza. Se la procedura richiede 15 o più minuti o costringe il candidato a compilare 15 o più campi,  potrete aspettarvi un aumento del 300% negli abbandoni.

Non è raro trovare moduli di dieci pagine: il 55% è di 5 pagine e il 21% di oltre dieci pagine. Ogni domanda che potete eliminare aumenta la probabilità che il candidato completi la procedura.  In un mondo caratterizzato dalla carenza di offerta e altamente competitivo, i selezionatori possono raddoppiare o triplicare il numero di domande completate e ridurre i costi semplicemente snellendo i moduli sui dispositivi mobili.

La maggior parte dei software per la raccolta delle candidature offre applicazioni mobile-friendly. Poiché questo è il primo punto di contatto con il candidato, ponete solo le domande assolutamente necessarie per sapere se egli soddisfa i requisiti minimi di base. Potrete sempre approfondire la conoscenza successivamente.  Al crescere dei costi per l’acquisizione dei talenti, il recruiting mobile diventa sempre più importante. Se i candidati non possono rispondere alla vostra ricerca rapidamente e agevolmente sul piccolo schermo di uno smartphone, la ricerca finirà col costarvi molto di più. E con risultati più scadenti.

 

Comments

Want to hear more?

Our RSS Feeds

Cornerstone Blog Feed

Learn how our Integrated Talent Management Solutions can help you face tough challenges.
Check out our products

Tags

Archives